Storia Sant’Uldarico

Nacque nel 890 a Kyburg, vicino a Zurich in Svizzera, figlio dei Conti Hucpald e Thetbirga; la cui famiglia era legata ai duchi di Alamannia e alla famiglia imperiale di Ottone. Da bambino fu spesso malato. Studiò alla scuola monastica di Bile del Santo e fu studente eccellente. Fu cancelliere di suo zio Benedetto Adalbero, vescovo di Augsburg. Divenne prete e in seguito vescovo di Augsburg (28 dicembre 923).
Ha costruito chiese, visitato parrocchia per parrocchia, gli infermi in ospedale, fu un buon esempio per i suoi preti, ha portato reliquie da Roma – e il suo buon lavoro ha permesso il miglioramento delle condizioni morali e sociali sia per il clero che per il laicato.
Quando i magiari hanno depredato la Germania e assediato Augsburg. Egli organizzò la difesa di Augsburg che tenne fino all’arrivo dell’Imperatore Ottone. Il 10 agosto 955, una battaglia è stata combattuta nel Lechfeld, degli invasori sconfitti. Alcune leggende dicono che Ulderico ha lottato nella battaglia, ma questo sembra molto improbabile.
Dopo 48 anni di vescovato, Udelrico malato ed esausto si è dimesso dalla cattedra vescovile e affidò la diocesi a suo nipote, con la benedizione imperiale, ma che il Sinodo di Ingelheim ha giudicato non canonica. Ulderico fu così accusato di nepotismo, ma chiese perdono e dopo la pennitenza, gli fu accordato. Anche se la comunicazione lo raggiunse sul suo letto di morte.
Fu anche accusato da una lettera anonima di non aver sostenuto il celibato sacerdotale perché non necessario, ma questo risultò poi falso e anzi il suo operato portò ad una maggiore moralità da parte del clero della sua diocesi.
Morì il 4 luglio 973 ad Augsburg (Germania) per cause naturali; fu seppellito nella Chiesa di Santa Afra. Ulderico è stato il primo santo canonizzato da un Papa con un regolare processo formale quale oggi in vigore, fu Papa Giovanni XV il 3 febbraio 993. La leggenda racconta che le donne incinte che hanno bevuto dal suo calice avevano parti semplici e così nacque il suo patronato sulle gestanti. Il tocco della sua croce pastorale è stato usato guarire le persone morse dai cani rabbiosi.


Uldarico (Ulrico), vescovo di Augusta, santo, (890-973), solamente il Diario Romano (1926) indica la reliquia insigne della testa a S. Paolo fuori le mura.
M.R.: 4 luglio – Ad Augsburg, in Rezia, sant’Uldarico Vescovo, illustre per la virtù di mirabile astinenza, liberalità e vigilanza, e pel dono dei miracoli.

 364 total views,  1 views today